Camicerie Fiorentine, una storia d’eccellenza italiana

L’Italia degli anni ’50, figlia di un dopoguerra difficile ma carico di speranza. Una ragazza giovane, creativa e volenterosa, con un innato talento per la sartoria. Una macchina da cucire nuova ed efficiente, pronta a modellare capi dalle preziose finiture.

Inizia così la storia di Camiceria Fiorentina, e a cominciare a scriverla, seppur ancora inconsapevole, è Silvana. Lavora come sarta in una grande azienda di distribuzione e le camicie che realizza raggiungono tutta Italia. Il marito, però, è molto geloso e preferisce che lei lavori a casa. Per questo le compra una bella macchina da cucire e la convince a farsi assumere come lavoratrice a domicilio.

Silvana migliora giorno dopo giorno e impara anche a rimboccarsi le maniche di fronte agli imprevisti. Come il licenziamento, che arriva quando l’azienda che ha assunto Silvana decide di trasferirsi all’estero, come molte altre in quegli anni.

Silvana comprende che è il momento giusto per iniziare a camminare da sola e con delle collaboratrici Riescono a mantenere i contatti con alcuni clienti importanti e continuano a produrre le loro camicie. I tempi sono maturi per il debutto di Camiceria Fiorentina.

CF1983 - Michela Cellai

 

Negli anni, l’azienda si afferma come un gioiello d’eccellenza della sartoria italiana, un punto di riferimento per i grandi brand di alta moda per la produzione delle camicie. Un successo destinato a tramandarsi tra le generazioni, di madre in figlia, da Silvana a Michela, che lo porta avanti con il marito Giacomo.

CF1983 è l’ultimo capitolo di questo viaggio, il più tecnologico: una camiceria digitale, uno shop online che permette di creare camicie su misura, personalizzate in ogni dettaglio. Sono passati decenni, è addirittura cambiato il millennio, l’Italia di oggi è profondamente diversa da quella di metà ‘900. A non essere mutati, però, sono la passione ed il talento, firme d’autore di Camicerie Fiorentine.

Lista dei desideri

Non hai elementi nella lista dei desideri